top of page
servizi per lo spettacolo

Attività didattiche, percorsi di mediazione museale, seminari di approfondimento e percorsi laboratoriali pensati per favorire l’apprendimento creativo e trasversale, la scoperta del linguaggio originale dell’opera d’arte, il dialogo interculturale e l'esperienza diretta dei saperi e delle competenze manuali destinati a scuole, adulti, persone con bisogni speciali.

Stazione Utopia rientra nei soggetti accreditati dal MIUR Ministero dell'Università e della Ricerca per la promozione dei temi della creatività dell'anno scolastico 2020/2021.

La_petraia_utens_edited.png

Giusto Utens,Lunetta La Petraia 1599-1602

I GIARDINI DELLA BIZZARRIA

Visite e percorsi narrativi

Nuova edizione per l’estate 2023 della rassegna “I giardini della Bizzarria”, l’atteso programma di visite e laboratori per adulti e famiglie della Direzione regionale musei della Toscana del Ministero della Cultura, a cura di Stazione Utopia, sostenuto da Unicoop Firenze per scoprire la storia e le collezioni conservate nelle ville e giardini medicei.

Con il sostegno di Unicoop Firenze.

Copertina fb.png

BIZZARRA

Laboratorio estivo di potenziamento della lingua italian

Un laboratorio per favorire processi di apprendimento linguistico, in ragazze e ragazzi di origine straniera parlanti italiano come seconda lingua, stimolando la motivazione e potenziando le competenze storico – culturali e la conoscenza del patrimonio muselae

Con il contributo di Fondazione CR Firenze

giornate di studio Amir.png

MUSEI E DECOLONIALITA'

Pratiche per un dialogo critico e polifonico sul passato e sul futuro

Qual è il ruolo dei musei e del patrimonio culturale nella costruzione di nuove narrative capaci di riconoscere la diversità e favorire il dialogo interculturale? Come possono i musei mettere in risonanza la propria identità e le proprie collezioni con voci e sguardi che provengono dal margine, favorendo la riflessione a partire da identità marginalizzate e sotto rappresentate? In che modo i musei, particolarmente quelli che conservano ed espongono collezioni europee, possono partecipare con un contributo originale alle pratiche di decolonizzazione sperimentate in questi anni dai musei di origine coloniale?

Un seminario per discutere e confrontarci, partendo dall’esperienza maturata dal progetto Amir accoglienza musei inclusione relazione, sulla natura stessa del museo un tempo emblema della cultura occidentale e oggi possibile luogo per le comunità in trasformazione.

2.png

PICCOLA CITTA'

Laboratori per esplorare e immaginare la città ideale
per bambine e bambini

Il progetto propone laboratori e attività museali gratuite, destinati a 20 bambine e bambini delle scuole primarie di Siena in occasione delle vacanze natalizie 2022. Durante le attività condotte da educatrici museali, architette e storiche dell’arte, le/i partecipanti esploreranno la propria città e il patrimonio culturale come una grande aula, un luogo da esplorare, conoscere e reinventare.

sett. didattica OPA.png

ATELIERS D'ARTE ESTIVI INTERDISCIPLINARI

5 mattine di visite museali, itinerari all'aperto e laboratori manualitico 

Attraverso visite museali, itinerari all'aperto e laboratori manuali le bambine e i bambini scopriranno alcuni dei mestieri d’arte che hanno reso grande il complesso dell'Opera del Duomo. Dalla tecnica della doratura con la foglia d’oro, all’osservazione dei mosaici del Battistero attraverso le parole di Dante, alle rivoluzionarie macchine che hanno reso possibile la costruzione della grande cupola del Brunelleschi fino ad arrivare alle storie dell’accoglienza dei bambini e delle bambine allo Spedale degli Innocenti. Tutto questo passando dagli Orti Dipinti, un piccolo-grande tesoro nel cuore di Firenze.

logo sito opus_edited.jpg

OPUS Patrimonio di Saperi

Visite e percorsi narrativi

Un percorso integrato di mostre, incontri, laboratori didattici, visite tematiche, video e corsi di formazione: Villa medicea di Petraia è la protagonista di un racconto inedito grazie agli
interventi di storici dell’arte, restauratori e artigiani che ricostruiscono in dettaglio l’arte della lavorazione della porcellana, del legno e delle carte da parati.

Un progetto a cura di Direzione regionale musei della Toscana
con il contributo di  MuSST3# – “Musei e sviluppo dei
sistemi territoriali del Ministero della Cultura

MAGGIORI INFO

Bizzaria_2023_banner2_edited.jpg

I GIARDINI DELLA BIZZARRIA

Giornate speciali, laboratori e visite tematiche, visite spettacolo e danza

Nuova edizione per l’estate 2023 della rassegna “I giardini della Bizzarria”, l’atteso programma di visite e laboratori per adulti e famiglie della Direzione regionale musei della Toscana del Ministero della Cultura, sostenuto da Unicoop Firenze per scoprire la storia e le collezioni conservate nelle ville e giardini medicei. Nella Ville medicea La Petraia e nel Giardino mediceo di Castello .

ARCHITEKSTURA

Atelier di progettazione e manipolazione urbana

/////ARCHITEkstURA\\\\\ è un centro estivo/atelier gratuito rivolto a 20 partecipanti fra cui ragazz* ucrain*, ragazz* di origine straniera scolarizzati in Italia, ragazz* italiani e agli adulti che li circondano, durante il quale verrà proposta ai partecipanti una ricerca sul quartiere per immaginare e co-progettare insieme un elemento di architettura urbana all'interno degli spazi della Manifattura Tabacchi.

banner unconfortable.png

UNCOMFORTABLE TOURS

Itinerari e narrative dissenzienti sul patrimonio culturale fiorentino

Il patrimonio culturale e lo spazio urbano conservano testimonianze stratificate di relazioni di potere, sono il frutto di politiche di propaganda e costruzione del consenso, ma sono anche luoghi di militanza e attivismo che anche attraverso l’arte hanno determinato appartenenze sociali e identità collettive. Le visite e le passeggiate urbane condotte da persone con passato migratorio, ricercatrici/ori, militanti propongono narrative dissenzienti affrontando temi poco conosciuti, storie rimosse, pratiche sociali di sperimentazione che dai margini, in passato come oggi sono capaci di alimentare la costruzione collettiva di immaginari e simboli, riappropriandosi di spazi e visibilità pubblici.

pagina-campagna.jpg

OFFICINA MIRABILIS

Visite e laboratori nelle ville e nei giardini medicei

Le ville e i giardini progettati e realizzati per la famiglia Medici costituivano un sistema articolato di residenze che permettevano di controllare e organizzare il territorio, proponendo una nuova modalità architettonica ed artistica capace di segnare con unicità il paesaggio della Toscana.
Sintesi e punto di unione fra arte, natura e piaceri della vita a corte, le ville medicee hanno rappresentato durante il Rinascimento il modello di casa di campagna dove dedicarsi alla caccia, alle arti, alla conoscenza, alla danza, alle sperimentazioni botaniche e alla gestione agricola.

Le attività proposte dal programma OFFICINA MIRABILIS esplorano i diversi aspetti della vita nelle ville medicee attraverso visite storico-artistiche, laboratori per famiglie e itinerari tematici su botanica e arte del paesaggio, laboratori di danze rinascimentali e arti decorative.

Copia di unconfortable tour vol_edited.jpg

EDUCAZIONE CIVICA

incontri

Una proposta di incontri che riflettono sulla cresciuta e la consapevolezza del ruolo sociale e culturale dei musei, del patrimonio e degli spazi comuni di fronte ai grandi temi della contemporaneità, fra cui:

  • Cambiamento climatico

  • Giustizia sociale

  • Uso sostenibile dell’ecosistema terrestre

  • Dialogo interculturale

Crediamo che spazi comuni e urbani, ricchi di testimonianze stratificate, siano chiamati a diventare luoghi di apprendimento interdisciplinare e connessi, capaci di mettere in risonanza la propria identità con voci e sguardi che provengono da altre soggettività, partecipando alla costruzione di nuove narrative e di alimentare pratiche per un dialogo critico e polifonico sul passato e sul futuro.

Nell'ambito del progetto Amir | Accoglienza, musei, inclusione e relazione.

Copia di unconfortable tour vol_edited.jpg

VILLA MEDICEA LA PETRAIA

atelier, visite, esplorazioni e passeggiate

Le ville e i giardini rappresentano un vero e proprio microcosmo attorno a cui ruota la vita di corte. In questi luoghi i Medici prima, i Lorena e i Savoia poi si dedicarono alle proprie passioni: l’arte e il mecenatismo, la vita nella natura e la caccia, la convivialità a corte e la buona tavola. Per la ricchezza di arredi, motivi decorativi e tecniche artigianali custodiscono veri e propri tesori, testimonianze materiali delle arti minori del nostro territorio.

Stazione Utopia, con la supervisione scientifica della Direzione Regionale Musei della Toscana, propone una serie di attività educative, laboratori e visite guidate finalizzate a far conoscere la storia e le opere conservate nelle ville e nei giardini, attraverso metodologie inclusive e una varietà di tematiche e approcci pensati per pubblici sempre più articolati e differenziati: dalle scuole, agli adulti, alle persone con bisogni educativi speciali.

In collaborazione con Direzione regionale musei della Toscana del Ministero della Cultura, Villa medicea La Petraia e Giardino della Villa medicea di Castello.

1024px-Florence_baptistery_ceiling_mosaic_7247px_edited.png

MUSEO DELL'OPERA DEL DUOMO
FIRENZE

laboratori, dialoghi mestoeri d'arte

Stazione Utopia ha svolto per contro dell'Opera di Santa Maria Del Fiore le attività didattiche dal 2015 al 2023.

Una proposta di attività didattiche, corsi, seminari di approfondimento e percorsi laboratoriali  finalizzati ad approfondire la conoscenza dei mestieri d’arte che, dal Medioevo, si trasmettono fino ad oggi nelle botteghe, nella convinzione che conoscere e valorizzare questo patrimonio di saperi, sia parte essenziale di un percorso educativo che riconosce e scopre attraverso l’opera d’arte il lavoro, la passione e l'ingegno di un'intera sociatà

Per il pubblico scolastico le attività hanno proposto di affiancare e approfondire i programmi curriculari favorendo l’apprendimento creativo, la cooperazione e lo sviluppo di competenze trasversali, attraverso la conoscenza, l’esperienza e la scoperta del linguaggio dell’opera d’arte.

Per i pubblici con bisogni speciali le proposte  si sono offerte come occasione di inclusione, partecipazione attiva ed opportunità privilegiata per stimolare riflessioni e favorire l'apprendimento e la socialità.

In collaborazione con l'area educazione dell'Opera di Santa Maria del Fiore

Copia di unconfortable tour vol_edited.jpg

MUSEO DEGLI INNOCENTI

Visite e atelier

Un ciclo di laboratori tematici finalizzati alla comprensione degli elementi architettonici e all’innovazione tecnologica sperimentati da Filippo Brunelleschi per lo Spedale degli Innocenti, per la vicina Rotonda e per la Cupola del Duomo. Le esperienze di laboratorio sono proposte attraverso metodologie didattiche interdisciplinari secondo le strategie del learning by doing e hands on indirizzate verso l'apprendimento collaborativo e partecipativo. Le modalità di svolgimento e i contenuti del laboratorio sono adattati in base all’età, ai progetti educativi e didattici, alle caratteristiche del gruppo classe.

In collaborazione con la Bottega dei Ragazzi, sezione educativa del Museo degli Innocenti.

Sabir - banner sito.png

SABIR

osservazione e discussione sul patrimonio culturale

SABIR* | osservazione e discussione sul patrimonio culturale propone a un gruppo di studenti che frequentano il CPIA Firenze1. Il percorso si struttura in un ciclo di incontri, visite studio, tour con le mediatrici/ori del progetto AMIR e riflessioni all'interno del gruppo e con esperte/i finalizzato a costruire un gioco da tavolo da utilizzare per parlare di arte e storia, ma anche diversità culturale, questioni di genere, processi decisionali e costruzione dei confini politici a partire dal patrimonio storico-artistico.
I partecipanti avranno l’opportunità di realizzare una visita-studio presso il Museo Egizio di Torino.

* Idioma di "servizio" parlato nei porti del Mediterraneo tra il XI secolo e tutto il XIX secolo e costituito da un lessico composto da parole di origine italiana, spagnola, araba, catalana.

SABIR* è progetto di Stazione Utopia, nell'ambito del di Amir | accoglienza, musei, inclusione e relazione e realizzato grazie al contributo di Fondazione CR Firenze.​

Si ringrazia il CPIA Firenze 1, Istituto degli Innocenti Firenze, Coop. San Cristoforo, Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino, MAO / Museo d'Arte Orientale e l'ass. Diskolè.

logo binoculus nero.png

Strumenti online per l'apprendimento

Video conversazioni online, audioguide, laboratori in streaming per adulti e per bambine e bambine condotti da ricercatori, guide turistiche, storiche dell’arte, educatrici e illustratori. Un modo per continuare a conoscere il territorio, il patrimonio culturale e ambientale, anche a distanza.

EDUCAZIONE CIVICA 23*24

incontri

Una proposta di attività didattiche, corsi, seminari di approfondimento e percorsi laboratoriali  finalizzati ad approfondire la conoscenza dei mestieri d’arte che, dal Medioevo, si trasmettono fino ad oggi nelle botteghe, nella convinzione che conoscere e valorizzare questo patrimonio di saperi, sia parte essenziale di un percorso educativo che riconosce e scopre attraverso l’opera d’arte il lavoro, la passione e l'ingegno di un'intera sociatà

Per il pubblico scolastico le attività si propongono di affiancare e approfondire i programmi curriculari favorendo l’apprendimento creativo, la cooperazione e lo sviluppo di competenze trasversali, attraverso la conoscenza, l’esperienza e la scoperta del linguaggio dell’opera d’arte.

Per i pubblici con bisogni speciali le proposte  si offrono come occasione di inclusione, partecipazione attiva ed opportunità privilegiata per stimolare riflessioni e favorire l'apprendimento e la socialità.

In collaborazione con AMIR | Accoglienza musei inclusione e relazione

ATELIERS D'ARTE ESTIVI INTERDISCIPLINARI

5 mattine di visite museali, itinerari all'aperto e laboratori manualitico 

Attraverso visite museali, itinerari all'aperto e laboratori manuali le bambine e i bambini scopriranno alcuni dei mestieri d’arte che hanno reso grande il complesso dell'Opera del Duomo. Dalla tecnica della doratura con la foglia d’oro, all’osservazione dei mosaici del Battistero attraverso le parole di Dante, alle rivoluzionarie macchine che hanno reso possibile la costruzione della grande cupola del Brunelleschi fino ad arrivare alle storie dell’accoglienza dei bambini e delle bambine allo Spedale degli Innocenti. Tutto questo passando dagli Orti Dipinti, un piccolo-grande tesoro nel cuore di Firenze.

logo%20opus_edited.png

Imparare attraverso il lavoro

Percorsi di apprendimento attraverso il lavoro, occasioni per sperimentare competenze manuali e allo stesso tempo consolidare competenze linguistiche per cittadini stranieri e/o persone con bisogni speciali. Ceramica, falegnameria, sartoria, manutenzione di giardini storici: si impara attraverso il lavoro e la relazione con i maestri artigiani.

A cura di Stazione Utopia

logo.amir sito.jpg

AMIR

Accoglienza, Musei, Inclusione e Relazione

AMIR | accoglienza musei inclusione e relazione è un progetto sperimentale (il nome in arabo significa ‘giovane principe’) avviato nel settembre del 2018 e tuttora in corso, a cura di una rete di musei del territorio, finalizzato a proporre attività di mediazione culturale condotte da cittadini stranieri. Attualmente coinvolge 32 mediatori e otto musei, collezioni e chiese a Firenze e Fiesole (Museo e Area archeologica di Fiesole, Museo Bandini, Museo Primo Conti, Museo di Palazzo Vecchio, Museo Novecento, Museo degli Innocenti, Chiesa di Santa Maria a Peretola) ed è promosso da Comune di Fiesole, Comune di Firenze, MUS.e, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti e Stazione Utopia, con il sostegno della Fondazione CR Firenze, che offre visite in arabo condotte da mediatrici AMIR, presso la Collezione d'Arte.

Con il co-finanziamento di Regione Toscana e Fondazione CR Firenze.

germogli 2022 logo (1)_edited_edited.png

GERMOGLI

Corso per giardinieri di parchi e giardini storici

Anelli Mancanti e Stazione Utopia in collaborazione con La Direzione regionale Musei della Toscana - Villa medicea La Petraia e Azienda Rocchi, grazie al finanziamento della Fondazione CR Firenze, propongono la seconda edizione del progetto GERMOGLI un corso di formazione per addetti alla manutenzione dei giardini storici: un percorso di educazione ed orientamento professionale rivolto  a 14 partecipanti, fra cui rifugiati accolti presso gli ex centri SPRAR  e Neet (Neither in Employment nor in Education or Training) fra i 18 e i 29 anni che al momento del corso non studiano e non lavorano. 

contatti
Progettazione e realizzazione attività didattiche
bottom of page